Robe di Donne

Casa, eliminiamo l’inquinamento tra le nostre pareti

On lunedì, Febbraio 17th, 2014

Inquinamento DomesticoNelle case, soprattutto in inverno tra caloriferi accesi e poca aerazione, proliferano acari e polveri che provocano numerose allergia, l’asma e le difficoltà respiratorie. L’aria all’interno delle nostre case, ma è piuttosto inquinata, può essere troppo umida o troppo secca. La tecnologia ci offre diversi metodi per migliorare la purezza dell’aria, ci sono i deumidificatori, gli umidificatori e i depuratori. Per scegliere quale strumento potrebbe andare bene per noi occorre verificare che quello scelto abbia la potenza adatta alle misure dell’ambiente, che il suo funzionamento sia semplice e automatico e che la pulizia e la manutenzione si possa fare frequentemente senza troppe difficoltà.
Gli umidificatori sono di due tipi: a vapore caldo che non consumano molto e sono silenziosi, vanno però puliti frequentemente. Poi ci sono quelli a vapore freddo a ultrasuoni adatti ad ambienti piuttosto caldi.
La loro autonomia è solitamente di 8 ore e i modelli più ricercati hanno dei controlli a sensori che controllano l’aria per umidificarla con la massima precisione. Altri hanno dei diffusori di essenze profumate che danno all’aria un piacevole aroma balsamico.

I deumidificatori servono a togliere l’umidità all’aria ed entrano in funzione quando il tasso di umidità di un ambiente supera il 60%. L’acqua di condensazione viene raccolta in un contenitore che va svuotato frequentemente, alcuni modelli eliminano l’umidità attraverso un tubo in dotazione.
I depuratori detti anche purificatori sono di tre tipi: il tipo più semplice è quello che è provvisto solamente di filtri, poi c’è un modello più completo che è provvisto di uno ionizzatore per eliminare allergenici e inquinanti e infine ci sono quelli al plasma che hanno un secondo filtraggio che elimina cattivi odori. Questi ultimi possono anche essere dotati di una lampada a raggi Uv per sterilizzare l’ambiente.
I filtri di cui tutti i purificatori sono dotati sono Hepa. Va ricordato che deve essere silenzioso per usarlo di notte, meglio se installato a parete se lo spazio a disposizione è limitato.
Il riscaldamento tramite caloriferi provoca un aumento delle polveri dove prolificano gli acari che provocano allergie come asma, raffreddore, congiuntivite che vengono curate con la medicina tradizionale. Ma un grande aiuto ci viene da un aspiratore tipo Hepa che aspira anche i più piccoli granelli di polvere e quindi distrugge l’habitat dell’acaro. Sono ottimi per questo scopo anche i panni per la polvere a carica elettrostatica da passare sulle superfici. Le imbottiture e i cuscini, infine, dovrebbero essere anti acaro cioè in schiuma di lattice o in poliuretano espanso.

About - 31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

Pubblicato in Casa
Displaying No Comments
Have Your Say

Lascia un commento