piedi tacchi altiIl tacco 12 si sa è il sogno di ogni donna ma avere una falcata alla Kate Moss non è semplice. Per questo è importante allenarsi a camminare sui tacchi. Perché non basta la scarpa a farvi diventare sensuali, ci vuole anche un buona dose di disinvoltura e sicurezza. Se no rischiamo di fare brutte figure, oltre che romperci l’osso del collo o slogarci la caviglia.

Il primo passo è nell’acquisto della scarpa, cercate magari di provare le scarpe la sera, quando i piedi e le gambe sono già stanche e gonfie, dato che poi le metterete solo per le vostre serate mondane. Per avere una buona falcata e camminare bene sui tacchi ci sono poi dei piccoli trucchi. Per prima cosa la camminata deve essere ondeggiante, in questo caso parliamo dei fianchi che vi aiutano a mantenere l’equilibrio. La testa deve essere alta come il mento per avere una postura eretta. Ovviamente stando attente a dove mettete i piedi. Questo serve per dare più stabilità alla colonna vertebrale. Braccia e spalle invece devono essere morbide, semmai mettele in avanti per darvi equilibrio.

Poi arriva il momento di poggiare il piede e vi chiederete si parte con il tacco o con la punta? Beh, su questo ci sono opinioni discordanti. C’è chi dice di poggiare prima il tacco, c’è invece chi dice che bisogna poggiare tutto il piede. Inoltre, è importante fare delle prove in casa, magari mettendo proprio quel paio di scarpe che usate poco perché con il tacco troppo alto. Potete indossarle in casa e camminarci il più possibile anche per verificare che non vi facciano male. Quando uscite con il tacco 12 ricordate di portarvi dietro i cerotti per le vesciche, o mettete i cuscinetti in gel che trovate in farmacia. Così potrete fare la vostra sfilata, senza incidenti e con grande disinvoltura.