Robe di Donne

Dimagrire e non riprendere più il peso

On venerdì, Ottobre 11th, 2013

dimagrire1Tutte noi abbiamo promesso almeno una volta nella vita di voler iniziare una dieta per dimagrire, magari dal prossimo lunedì… che poi non è mai arrivato oppure abbiamo veramente iniziato una dieta che ci ha fatto perdere qualche chilo ripreso in un battibaleno! Che stress!

Per ottenere risultati stabili nel tempo, invece, è necessario cambiare le proprie abitudini alimentari, un po’ alla volta, ponendoci degli obiettivi che siano realizzabili e non drastici.
La dieta si può anche fare, perdere i chili di troppo è un risultato ottenibile con sacrificio, ma una volta raggiunto lo scopo, è difficilissimo mantenere il peso nel tempo.
Una ricerca pubblicata sul Journal of Medical Internet Research, insegna come riuscire a perdere peso stabilmente nel tempo con qualche accorgimento ideato da Brian Wansink del Food and Brand Lab della Cornell University, negli Stati Uniti un esperto del comportamento alimentare.
Li studioso Brian Wansink ritiene che mangiamo troppo senza che ce ne rendiamo conto. È un fenomeno chiamato “mindless eating”, cioè il “mangiare scriteriato che provoca diversi chili di troppo rovinandoci la linea. Il cibo è presente in ogni casa in abbondanza: biscottini, caramelle, affettati, tutte cose golose che stuzzicano la nostra gola, magari quando siamo rilassati davanti al televisore, dopo cena. Lo studioso affronta il tema dimagramento stabile non partendo dalla dieta, ma dall’ambiente in cui si vive.


Ecco allora il primo accorgimento suggerito da Wansink: eliminare dai cassetti e vassoi di casa tutti i cibi che non siano salutari, tipo dolciumi o snacks con tante calorie. Il secondo consiglio è quello di non mangiare mai direttamente dalla confezione. Invece il cibo va versato in un piatto o in una ciotola per poter vedere la quantità che mangiamo, e che possibilmente deve essere piccola per evitare di ingozzarsi. Il terzo consiglio è quello di non arrivare mai ad avere una fame feroce: è più salutare fare dei piccoli spuntini ogni 3 o 4 ore. Il quarto suggerimento è quello di iniziare bene la giornata, con una buona colazione calda con un tè u un caffè, pane tostato e un velo di marmellata, una spremuta che apporta vitamine.
Infine quando si mangia, tra un boccone e l’altro poggiare sempre le posata a fianco del piatto in modo da masticare più lentamente e quindi avere un senso di sazietà in tempi più rapidi. Il metodo di poggiare le posate dà risultati più apprezzabili rispetto al trucco di stringere la cintura prima di sedersi a tavola oppure lavarsi subito i denti dopo cena per evitare la voglia di smangiucchiare ancora qualcosa.

About - 31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

Displaying No Comments
Have Your Say

Lascia un commento