accessori-sposaGli accessori per la sposa vanno studiati e pensati con cura e devono essere adatti allo stile del vestito. La sposa per il giorno più bello e importante della sua vita deve essere radiosa con un abito che la vesta bene valorizzando la sua figura e con tocchi di stile che la rendano perfetta. Dopo aver scelto con cura l’abito abbinato con l’eventuale velo, l’acconciatura dei capelli e il bouquet si deve pensare all’irrinunciabile lingerie.

Sotto all’abito vanno indossati indumenti che valorizzino il vestito da sposa ma che siano anche sensuali. Per controllare che la lingerie sia perfetta per l’abito scelto sarebbe opportuno indossarla per la prova in atelier. La scelta della lingerie dovrebbe considerare la sua vestibilità, la libertà di movimento, l’assenza di cuciture che potrebbero segnare il vestito nel caso in cui esso sia aderente. In questo caso gli slippini vanno sgambati e avvolgenti, mentre il reggiseno deve mettere in risalto il seno e l’eventuale scollatura. I colori della lingerie da prediligere sono il classico bianco o la tinta carne. La seta o la microfibra sono I tessuti più adatti per la loro morbidezza.


La radiosità della sposa va esaltata anche con i gioielli che devono essere raffinati ed eleganti, ma soprattutto non eccessivi o vistosi. Un tempo si usava indossare per il giorno del matrimonio i gioielli di famiglia regalati dalla futura suocera affinchè la sposa li indossasse durante la cerimonia. Ora questa tradizione è sparita e generalmente la sposa illumina il suo volto con piccoli orecchini con un brillantino eventualmente abbinati ad un girocollo sottilissimo in oro bianco e brillantini, il tutto molto semplice e discreto per non carpire l’attenzione dalla fede nuziale che deve essere l’unica protagonista nel grande giorno.


Un altro accessorio da non sottovalutare sono le scarpe che vanno armonizzate con lo stile dell’abito e l’altezza dello sposo. Da evitare scarpe con il tacco a spillo perché la giornata sarà lunga e faticosa e i piedi e le gambe non vanno stancati eccessivamente. Se l’abito è lungo staranno meglio i tacchi alti, ma la scarpa deve risultare comoda. Buona cosa è quella di provare le scarpe camminando in casa per accertarsi che non facciano male ai piedi. Se lo sposo non è molto alto, invece, sono preferibili scarpe con un tacco medio
Le calze di norma sono dei collant dalla trama finissima e velata e devono essere il più possibili abbinati alla tonalità delle scarpe, è possibile anche esaltare l’effetto nudo con un collant completamente invisibile. Un consiglio: comprarne due paia perché si potrebbero sfilare quando le indosserete.

Il bouquet è l’unica cosa che la sposa deve tenere in mano in chiesa, quindi la borsa può essere portata, eventualmente, solo per un matrimonio in municipio e deve essere piccola e mai a tracolla.
E’ abbastanza facile trovare una borsa piccola che può portare la sposa… ma cosa ci va messo dentro? Dettaglio più che utile, è in effetti un accessorio molto divertente e spiritoso anche se, assolutamente da evitare in chiesa: infatti, in questo luogo sacro, soltanto il bouquet deve spiccare dalle mani della sposa.
In un matrimonio dal tono formale non possono mancare i guanti che comunque vanno subito tolti e appoggiati sull’inginocchiatoio davanti al bouquet.