fondotinta_santeBreve storia del fondotinta
Già agli inizi del XX secolo viene commercializzato il primo fondotinta in polvere e in color carne che restava aderente alla pelle grazie alla sua composizione. Negli anni ’60 nasce l’esigenza di un prodotto da applicare velocemente e duraturo che si realizza con un fondotinta compatto. Negli anni ’70 le donne che stavano lungo fuori casa hanno l’esigenza di un prodotto più durevole che sia idrorepellente per resistere alla traspirazione. Negli anni ’80, nasce un fondotinta che assorba il sebo per evitare lucidità e sbavamenti.

Applicazione del fondotinta
Prima di applicare il fondotinta fluido, questo va riscaldato tenendolo per un momento nel palmo della mano. Poi spalmarlo sul viso ben pulito e protetto da una crema da giorno con una spugnetta umida per evitare sbavature e per stenderlo in modo omogeneo.
Iniziare dal mento, guance e fronte per spalmarlo dalla parte interiore del viso verso l’esterno e dall’alto verso il basso.
Infine applicare sfumandolo alla base delle orecchi e sulle narici, fare una leggera sfumatura anche all’attaccatura dei capelli.
Completare l’operazione con l’applicazione di un velo di cipria che dà alla pelle un aspetto compatto e setoso oltre a fissare il fondotinta.

Tipi di fondotinta
Oltre ai fondotinta fluidi che sono più leggeri e trasparenti possiamo trovarne anche di idratanti adatti a tutte le pelli e opacizzanti per attenuare eventuali imperfezioni adatti a pelli grasse o miste.



Il fondotinta in mousse è leggermente coprente, praticamente è una leggera cipria in schiuma, facile da applicare ed è adatta a tutti i tipo di pelle.
I fondotinta compatti sono molto più coprenti adatti a pelli con imperfezioni. Essi sono in crema adatti per pelli secche e in polvere consigliato per le pelli che tendono a diventare lucide.
I fondotinta in stick sono praticissimi e si applicano direttamente sul viso per ritoccare il trucco durante la giornata.

Il colore, come va scelto?
Va scelto un colore simile all’incarnato del viso, per fare una prova applicare una piccola dose di fondotinta sulla pelle della parte interna del polso, il colore appropriato deve fondersi con la pelle del polso. Andrebbero provate tre diverse tonalità sempre sulla pelle del polso, lasciando uno spazio tra una prova e l’altra per controllare meglio quale tonalità è più adatta.
I colori dei fondotinta si snodano tra i beige adatti alle pelli europee, i dorati per incarnati mediterranei, gli aranciati per le pelli scure e i rosa adatti alle pelli chiarissime.