Robe di Donne

In Yemen muore una sposa di 8 anni dopo la prima notte di nozze

On lunedì, marzo 31st, 2014

Sposa-bambina-2Una crudeltà infinita che fa accapponare la pelle a tutte le donne e fa sbiadire il problema delle “quote rosa” in politica, quello delle spose bambine.
Le spose bambine sono giovanissime, vengono consegnate dai genitori ai loro mariti che se le porta a casa e molte di loro muoiono a causa delle lesioni interne provocate dalla prima notte di nozze.
Povere bambine, indifese e inconsapevoli di ciò che lo “sposo” farà loro. Tempo fa è morta Rawan una piccola di soli 8 anni che nessuno avrebbe dovuto ancora “toccare” invece il suo destino è come quello che colpirà tante altre bambine che vivono nei Paesi in via di sviluppo.
Rawan viveva nello Yemen, in una zona tribale di Hardh che confina con l’Arabia Saudita. Suo marito ha 40 anni, un uomo adulto e fatto che ha ricevuto dai genitori della piccola la “licenza di uccidere” nel momento in cui la sposa addobbata a festa è stata consegnata nelle sue mani sozze. Senza pietà e senza cuore, ha ucciso l’innocente bambina come succede a molte altre che sono costrette a rinunciare al gioco, alla spensieratezza e all’innocenza dell’infanzia. Speriamo che il marito brutale e gli ignoranti genitori vengano arrestati su richiesta di alcuni attivisti che combattono queste efferatezze.

Secondo un rapporto dell’UNICEF ben 70 milioni di ragazze si sono sposate da piccole e le percentuali delle spose bambine più alti sono nell’Asia meridionale con il 46% e nell’Africa subsahariana. Come se non bastasse anche le gravidanze delle giovanissime provocano molte morti di parto, circa 70.000 ogni anno.
Le “spose bambine” non godono degli stessi diritti umani fondamentali rispetto alle spose maggiorenni, sono più soggette a abusi, violenze e sfruttamento. Non hanno attorno a sé la famiglia di origine e non possono godere delle amicizie con gli altri bambini e con gli altri membri della comunità.
Secondo la convenzione dell’ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza non dovrebbero essere celebrati i matrimoni sotto i 18 anni, ma le usanze culturali e sociali stravolgono questa normativa. Ancor più pesano i pregiudizi di genere e la necessità delle famiglie di origine di sollevarsi prima possibile dall’impegno di una bocca da sfamare soprattutto se appartiene ad una femmina oltre che togliersi il peso di una figlia femmina in quanto ritenuta meno produttiva per l’economia familiare. Ma la storia non finisce qi, a loro volta le figlie di queste spose bambine dovranno sposarsi in un’età in cui dovrebbero ancora giocare libere e spensierate.

About - 31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

Tag:, ,
Pubblicato in Women Culture
Displaying No Comments
Have Your Say

Lascia un commento