Robe di Donne

Le piante di appartamento purificano l’aria

On lunedì, ottobre 7th, 2013

Pianta-sempreverde-ficus-benjaminDurante la bella stagione si tengono le finestre aperte per rinfrescare l’ambiente e l’aria pulita entra in casa favorendone un veloce e continuo ricambio. Ma in inverno, con il riscaldamento acceso, le finestre rimangono chiuse, forse si aprono alla mattina per qualche minuto, ma poi tutta la giornata si sta ben tappati in casa per evitare che il freddo esterno penetri anche nelle stanze. Inevitabilmente l’aria diventa più pesante e viziata, ma come depurarla senza aprire le finestre?

Semplicissimo! Le piante di appartamento sono dei veri ed efficaci depuratori naturali e a “costo energetico zero”, diminuiscono i livelli di sostanze dannose e producono ossigeno. Tra le varie piante che si possono utilizzare a questo scopo ne ricordiamo alcune veramente efficaci, vediamone alcune.
La Palma Areca è una delle migliori piante per depurare l’aria ed è anche un ottimo umidificatore naturale. Va posta accanto ad una finestra in quanto ha bisogno di molta luce.
Una pianta ornamentale molto bella è il Ficus Benjamin che assorbe e consuma la formaldeide, una sostanza molto nociva che si trova nelle schiume isolanti e nel compensato. Anche la Lingua di suocera è una efficace purificatrice dell’aria dalla formaldeide, il suo habitat ideale è il bagno. L’Azalea poi, è perfetta per assorbire la formaldeide purchè sistemata in un luogo ben illuminato e fresco.



L’ Edera elimina il fumo di sigarette, ideale per le abitazioni di fumatori.
La bellissima e colorata Gerbera rilascia ossigeno rendendo l’aria più ricca.
Le tossine dannose presenti negli ambienti chiusi vengono ripuliti dalla Palma di Bamboo, mentre l’Orchidea riesce a togliere i composti organici volatili.
Il benzene che si trova in vernici, colle, detersivi ecc viene depurato da una pianta che, qui da noi, solitamente non teniamo in appartamento, ma che è bella e colorata: il crisantemo.
La Dracena, infine, assorbe lo xilene, il tricloroetilene e la formaldeide anch’esse presenti in vernici e lacche.
Per mantenere bene le piante oltre che a luce, acqua, fertilizzanti e terricci occorre anche fare sulle loro foglie un leggero massaggio. Prendere la foglia delicatamente tra pollice e indice e strofinarla. Questo movimento provocherà una reazione chimica interna alle cellule vegetali tale da rinvigorire le loro difese immunitarie delle piante. Il tocco infatti produce l’ormone jasmonato che rinforza il sistema immunitario donando alla foglia della pianta una maggiore risposta di alcuni meccano sensori di cui le foglie sono dotate.

About - 31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

Pubblicato in Casa
Displaying No Comments
Have Your Say

Lascia un commento