helmut_newton_Sono in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma le intramontabili fotografie di Helmut Newton, il grande fotografo famoso a livello mondiale e purtroppo scomparso da quasi 10 anni. Infatti il 23 gennaio 2014 saranno 10 anni dalla sua morte tragica ma spettacolare, che l’ha visto schiantarsi con la sua Cadillac uscendo dallo Chateau Marmont Hotel di Hollywood.

Le sue foto dedicate alle donne continuano a riscuotere successo tanto che vengono aperte numerose mostre nel mondo per esporre le foto che raccontano con ironia il suo erotismo che egli stesso definì intelligente. Le immagini in mostra a Roma al Palazzo delle esposizioni raccolgono 200 scatti del grande fotografo, che arrivano dopo essere state esposte al Museum of Fine Arts di Houston e il Museum für Fotografie di Berlin. A Roma vengono presentate le immagini di White Women, Sleepless Nights, Big Nudes tratte dai primi tre libri del fotografo dell’eros e che non ha mai voluto avere come soggetti delle sue foto gli uomini. I tre libri sono stati pubblicati negli anni 70 e la retrospettiva itinerante riporta gli stessi titoli dei libri.

La mostra romana sarà l’unica tappa italiana inaugurata il 6 marzo che resterò aperta fino al 21 luglio 2013. Il progetto è stato fortemente voluto da June Newton, il cui pseudonimo come fotografa è Alice Springs, che è stata moglie e compagna di avventure.
Tra le moltissime immagini esposte si ritrovano anche i famosi nudi, stampati a grandezza naturale, che rappresentano un omaggio alle donne e alla bellezza femminile che Helmut Newton ha voluto esaltare nonostante le critiche delle femministe.

Nel 1976 viene pubblicato White Women in cui il fotografo esprime la sua concezione del mondo e del corpo femminile dando risalto al fascino e all’eros che da questo esala. Pubblica gli scatti che aveva fatto per le numerose riviste di moda anche in atteggiamenti sensuali e osè. White Women è l’opera che ha portato il nudo nella fotografia di moda.


È la sua prima opera pubblicata quando il fotografo aveva già 56 anni ed era già famosissimo.

Con Sleepless Nights del 1978,la sua attenzione si concentra ancora di più sul corpo femminile e sugli abiti che lo ricoprono trasformando un reportage di moda in un ritratto. Sleepless Nights, la seconda pubblicazione di Newton, raccoglie immagini già apparse su riviste. Le donne e le foto sono sofisticate e si concentrano sul corpo femminile e sugli abiti dando alla fotografia di moda un aspetto molto più intimo. Da questo libro esala lo stile di Newton nella sua espressione più grande.

Nel 1981 Newton pubblica le famose gigantografie, Big Nudes, donne nude e affascinanti, conturbanti e sexy, senza mai cadere nella volgarità. Questa è la terza pubblicazione che consacra Newton come un genio della fotografia. Le immagini sono elegantissime, ma anche con una notevole carica erotica. La mostra vuole essere un omaggio a tutte le donne, come le foto di Newton ne sono state un inno.