Robe di Donne

Orto e giardino in ottobre

On sabato, Settembre 28th, 2013

lavori_orto_ottobreNel mese di ottobre si devono programmare molti lavori per avere un bel giardino all’inizio della prossima primavera e anche per potare e diradare gli alberi da frutto, operazioni da fare nelle giornate più tiepide in modo che i tagli si chiudano velocemente. Vanno potati e tagliati anche i cespugli compresi quelli da frutta e piantati i nuovi alberi e i cespugli da frutto. Vanno anche rivoltati i terreni pesanti e applicati gli anelli di colla sugli alberi da frutto per proteggerli contro i bruchi delle falene invernali
Ottobre è il mese giusto per porre a dimora nuove essenze o seminare in piena terra piante da fiore tipo la speronella, calendula, fiordaliso, papavero, pisello odoroso, elicriso.

Si possono seminare le camelie in contenitori che vanno tenuti all’aperto in un luogo riparato dal vento.
Analogamente vanno posti a dimore i bulbi che ci daranno una bella fioritura all’inizio della prossima primavera. I bulbi vanno interrati ad una profondità doppia rispetto alla grandezza del tubero. I tuberi da fiore possono essere protetti dalle arvicole interrandoli in un’apposita scodella coperta da filo di ferro.
Invece vanno tolti dal terreno i tuberi di gladioli, fresie dalie e riporli in un luogo fresco e asciutto durante l’inverno,
Ottobre è anche il mese per preparare le talee di camelia, di rosa, ortensia, di bouganville che vanno interrati per pochi cm in contenitori riempiti di sabbia e torba mescolate in parti uguali. Le talee vanno interrate dopo averle immerse nel radicante.


I contenitori vanno riposti in luogo riparato per evitare che il terreno geli se il luogo ha un clima piuttosto rigido.

Se abbiamo un prato ottobre è il mese adatto per riseminarlo in modo da rinfoltirlo dove risulta rado. Il prato andrebbe anche concimato con concime granulare a lenta cessione o con concime organico. Si possono anche raccogliere le prime foglie cadute per le pacciamature protettive invernali.
Molte piante da giardino vanno riparate dal freddo e dal vento, soprattutto quelle delle terrazze che vanno accostate alla parete e coperte con un telo di tnt. Va posta attenzione alla presenza di insetti e malattie che possono proliferare in un ambiente chiuso per cui esso va spesso arieggiato sollevando una parte del telo.
Chi ha come ospite in giardino una famiglia di ricci può preparare un riparo per farli svernare ad esempio dentro a cumuli di foglie secche o a delle cataste di legna e anche siepi o i cespugli più folti.

About - 31 anni, nata a Gorizia mi occupo di comunicazione web, come blogger, oltre che di educazione per l’infanzia e di Archeologia. Collaboro con diversi portali web e curo progetti off-line per la divulgazione e l'educazione nell'infanzia. Seguitemi su e Twitter.

Pubblicato in Casa, Fai da te
Displaying No Comments
Have Your Say

Lascia un commento