images (3)Le creme antirughe di ultima generazione sono nate dalla scoperta dei geni che funzionano al meglio in base alle ore della giornata per dare più stimolo al rinnovamento e alla difesa della pelle, il cosiddetto ‘clock-genes’ della pelle. Le creme antirughe infatti stimolano i meccanismi endogeni del tessuto e vogliono rappresentare un’alternativa alla chirurgia plastica.
Il che viene da nuove creme basate su principi attivi e sostanze come la pappa reale + pro-calcium con un’alta concentrazione di amino-peptidi e vitamina B3, con più lipidi, sostanze ristrutturanti e fattori riequilibranti. E anche dalle cellule staminali vegetali abbinate all’acido ialuronico super idratante.
Le creme sono sempre espressamente indicati per tipo di pelle e per età anagrafica.
Si va quindi dalla semplice crema idratante fino al prodotto anti-age che devono dare il migliore costo beneficio, devono essere sicure senza parabeni, spetrolati, Pegs e nichel tested.
Occorre anche prevenire prima che appaiano le prime rughe, provando i vari prodotti che che la ricerca cosmetica mette a disposizione per ritardare l’invecchiamento della pelle.

Da giovani e da meno giovani occorre, quindi, mantenere la freschezza del viso con attenzioni e protezioni specifiche. Ad esempio a fine giornata, anche se si è giovani, la fatica lascia i suoi segni sul volto, con occhiaie, collo e contorno viso più rilasciato.
Ora si è scoperto anche che il silicio è un ottimo elemento antinquinamento e fa da base ad alcuni sieri e creme. La nuova formula cui ha collaborato anche l’università di Harvard, a Boston è frutto di una ricerca sulle cellule di Langerhans della pelle che sono la prima difesa immunitaria contro le infezioni e le infiammazioni. È stato messo in evidenza come la pelle sia un organo immunitario che influenza, oltre che la salute, anche la bellezza della pelle. La scoperta produrrà a breve una nuova generazione di cosmetici a difesa del sistema immunitario della pelle.
Molti sono i centri di ricerca nel mondo, i ricercatori e gli investimenti all’anno in ricerca e sviluppo in questo campo, così come i produttori di acido ialuronico biotecnologico. L’acido ialuronico conferisce il perdurare della forma e della resistenza della pelle ed evita la formazione di rughe e pieghe; serve poi per mantenerne idratazione, plasticità, viscosità e turgidità, in quanto contiene molte molecole di acqua.