Lo stress ci colpisce ogni giorno e l’ansia ci attanaglia la gola: lavoro, casa, bimbi pccoli, notti in bianco, traffico caotico, insonnia. E spesso ci rivolgiamo al medico per avere una magica pasticchetta che ci calmi e ci liberi dall’ansia. Ma non è detto che la soluzione venga sempre e necessariamente dalle medicine. Ci sono altre soluzioni naturali che ci possono aiutare che coinvolgono una sana ed equilibrata alimentazione, la fitoterapia, la sauna, lo sport e anche la meditazione.

Vediamo come e cosa mangiare perché il nostro corpo sta bene se è adeguatamente nutrito. La dieta ideale non deve essere troppo ricca di calorie, carboidrati, grassi e proteine nei pasti che affaticano lo stomaco e causano cattiva digestione, soprattutto alla sera. Ma non deve essere nemmeno troppo povera perché il corpo ha bisogno di un certo numero di calorie e di certe sostanze nutrienti per stare bene.
Un buon accorgimento è quello di aumentare la dose giornaliera di frutta e verdura fresche, circa il 20%, che sono ricche di vitamine e anche cercare di inserire nella dieta una buona dose di cibi ricchi di omega-3 come pesce azzurro e salmone. Non saltare i pasti anche per non ridursi affamati alla sera e quindi ingozzarci ed appesantire la digestione notturna. Per conciliare il rilassamento prendere l’abitudine di bere prima di andare a letto una buona tisana a base di biancospino o di valeriana o di camomilla.

È anche consigliabile mettere qualche goccia di olio di lavanda nell’umidificatore della stanza da letto. La lavanda veniva usata fin dall’antichità per calmare le persone ansiose e, avvolti dal suo aroma, fare respiri belli profondi e distendiamo bene i muscoli del diaframma per ossigenare il cervello.
Per liberare il corpo dalle tossine si può fare una sauna una volta alla settimana. Il calore rilassa i muscoli e il sudore ci toglie le tossine di dosso.
Un po’ di sport in palestra ci libera la mente dai pensieri e dallo stress, ma va benissimo anche una passeggiata nel verde, O una corsa su un prato con i bambini. Anche concedersi qualche ora di ozio, di dolce far nulla, o un pisolino pomeridiano sono attività utilissime per ricaricare le batterie. Un altro consiglio è quello di dedicarsi a fare qualcosa che ci piace come leggere un libro, ascoltare un po’ di musica oppure dedicarsi ad un hobby tipo la pittura, il ricamo, il modellismo.
Infine non prendere sempre tutto di petto, non voler sempre riuscire a fare tutto, né in casa né sul lavoro.