images (2)Il tatuaggio piace a molte persone, maschi e femmine vogliono farsene di unici e particolari per abbellire varie parti del corpo, attenzione però, il tatuaggio va sempre fatto da professionisti dalle mani esperte per evitare brutture o infezioni.
I tatuaggi possono essere di tre tipi: permanenti, semipermanenti e temporanei.
I tatuaggi permanenti rimangono per tutta la vita e se i pigmenti non sono di ottima qualità tendono a scolorirsi, inoltre possono essere tolti solo con il laser o la tecnica chirurgica.
Il tatuaggio viene spesso disegnato a matita/pennarello sulla pelle per poi iniziare l’incisione con aghi colmi di inchiostro che deve penetrare negli stati profondi della pelle. Proprio per questo motivo gli aghi devono essere perfettamente sterilizzati. Inoltre il tatuatore deve essere abile nel disegno dato che fare un bel tatuaggio è difficile oltre che essere una forma di arte.

I tatuaggi semipermanenti possono durre più o meno tempo a seconda della loro profondità e della qualità dell’inchiostro colorato. Si usano per sottolineare il contorno della bocca o quello delle sopracciglia. Se si desidera un tatuaggio semipermanente sulle labbra o sulle sopracciglia è meglio disegnarselo da soli con una matita per poi rivolgersi al tatuatore.
Un consiglio: se non si è sicurissimi di fare un tatuaggio permanente ma si desidera provare farne uno piccolo e in una zona del corpo non molto visibile.
Per rimuovere un tatuaggio permanente occorre ricorrere al chirurgo o alla tecnica laser. Il chirurgo asporterà il tatuaggio completamente ma ciò lascerà una cicatrice sulla pelle estesa anche di più del tatuaggio stesso.
La pelle tatuata viene completamente rimossa in anestesia locale, è un metodo radicale e veloce, ma le cicatrici rimangono! Cè poi la possibilità di rimuovere il tatuaggio con il raggio laser.Un buon laser è quello tipo CO2 e l’Erbium, che riesce ad eliminare solo le cellule intrise di pigmento senza ledere quelle che ne sono prive. Il ricambio delle cellule poi farà la sua parte in modo che le cellule colorate e rimosse dal laser verranno sostituite da cellule nuove.
Ci sono anche i laser a fototermolisi come il Q-Switched che frammenta il pigmento colorato e lo elimina tramite le cellule “spazzino”. L’asportazione è graduale in varie sedute, dalle 3 alle 8 e i risultati si possono valutare dopo 4 o 8 settimane. Il costo varia dai 250 ai 500 euro a seduta.