coconuda-piumino-turchese-con-ruchesPiumini corti, lunghi o tipo blazer trapuntati o quilted effect, di varie pesantezze, i modelli sono i più vari e tali da soddisfare ogni gusto ed ogni esigenza. L’autunno inverno 2013 – 2014 vede come capo di punta il piumino nelle sue varie declinazioni. Cappotti e giacconi in stoffa, anche se calda e colorata, perdono la sfida contro il piumino che avvolge il corpo con calore e leggerezza donando un riparo senza pari quando il freddo è tanto. Tutte le passerelle degli stilisti lo vedono presente fin dal 1970. Prima era utilizzato solo dagli scalatori che si proteggevano dal freddo delle grandi altitudini.

Negli anni 80 diventa il simbolo dei paninari, poi si è innovato in modo da avvicinarsi ai diversi stili per soddisfare ogni esigenza. Si sono visti piumini lunghi fino ai piedi, ma anche corti in vita passando per diverse lunghezze e anche con stampe e inserti di pelliccia per renderli più nuovi e accattivanti.
Anche per l’inverno 2014 vengono presentati piumini con colori, decorazioni e fantasie molto trend, tra cui fantasie maculate oppure con inserti fioriti. Non si dimentica il caldo a favore del glamour che sono entrambi presenti in questi capi completamente adatti ai grandi freddi, ma che vestono senza infagottare. I modelli all’ultima moda vengono proposti in colori talvolta anche intensi, con cappucci o con alti colletti di pelliccia, molto caldi e ricercati, con decorazioni e applicazioni.
Il piumino è comodo, caldo, avvolgente e trendy grazie ai materiali usati per confezionarlo e alle fantasie che lo rendono moderno e speciale come l’animalier, i tessuti tipo raso che ne esaltano le tinte.


Apprezzato anche lo stile safari, sia corto che lungo, più semplice e sportivo.
Un capo che appare nuovamente è il “famoso” montgomery. Ritorna sulle passerelle, molti noi lo avranno riposto negli armadi, forse è il caso di di riesumarlo e di dargli una rinfrescatina.
Il montgomery è un capo di derivazione militare. Venne dato in dotazione ai marinai, ma lo rese famoso il generale britannico Bernard Law Montgomery che lo indossava sopra la divisa durante la Seconda guerra mondiale. Al tempo era in panno, blu o verde, ora viene proposto in una infinità di tessuti tra cui il tecnico e il cashmere e di colori più o meno vivaci.
La caratteristica che contraddistingue il montgomery sono le chiusure con le asole in pelle, i bottoni di corno e gli alamari. Ora possono essere colorati e laccati mentre la lungheza del capo è la pià varia, dal lungo fino ad un coto giaccone.
Sepre molto sportivo.